venerdì 18 novembre 2022

Ciclopolis un anno dopo

Fare rete, conoscersi e riconoscersi. Il 17 novembre 2022 si sono incontrati gli animatori di Milano Bike City.

venerdì 14 ottobre 2022

Proposta di interventi al Montello

Il quartiere del Montello, sulla collina di Miogni, è un percorso sempre incluso nei circuiti di gare ciclistiche che avvengono nella nostra zona. La ripida salita e la larghezza della carreggiata sono infatti ideali per il passaggio dei ciclisti, anche in gruppo. Un percorso spesso usato anche per allenamento degli amatori che fanno "ripetute", più giri in un circuito cittadino.

Nelle strade del quartiere, con le bici, i monopattini ed a piedi si muovono anche i cittadini che lo abitano, oppure che raggiungono la Scuola Europea, nella parte più alta di via Montello. 

L'attuale segnaletica e configurazione della carreggiata favorisce lo spostamento dei veicoli a motore, semplicemente non considerando altro traffico che comunque usa la stessa carreggiata.

Durante il periodo di confinamento per la pandemia, in molti passeggiavano per il quartiere, senza il pericolo di incrociare auto ad alta velocità.



Ci sono: tratti stretti e tortuosi, senza una opportuna segnaletica, limiti; tratti larghi e rettilinei in discesa, senza spazio dedicato al passaggio dei pedoni.

Interventi veloci e di facile realizzazione, per allertare gli automobilisti della presenza di altri utenti, e fare in modo che moderino la velocià, potrebbero essere:

  • nei tratti più larghi segnalare una corsia ciclabile sul lato in salita (dove il ciclista è maggiormente in difficoltà).
  • nei tratti più stretti segnalare la presenza di altri utenti, con segnaletica orizzontale e verticale, anche non convenzionale.
  • nei tratti larghi e rettilinei, che si prestano ad essere percorsi ad alta velocità dalle auto, ridurre la segnaletica orizzontale dei margini di carreggiata e, dove possibile, renderla più tortuosa, con deviazioni, spazio indicato per il parcheggio, segnali di rallentamento.


martedì 13 settembre 2022

Il Viale Aguggiari, alberato, per le biciclette

 Accanto al autotrafficato tratto di viale Aguggiari, quello che costeggia il parco di villa Mylus, sul lato in salita, la ciclabile è separata dalla carreggiata automobilistica da una aiuola con alberi. È un tratto ciclopedonale, abbastanza frequentato dai pedoni che risalgono la strada, un po’ meno dai ciclisti. Il tessuto urbano di Varese è abbastanza disomogeneo. Senza esercizi commerciali, con un veloce e maleducato traffico di mezzi a motore, unisce il centro con quartieri residenziali con pochi servizi.

Fino a qualche giorno fa è stato così…


Ora è diventato così…







mercoledì 17 agosto 2022

Alberghi per le bici

 Leggendo dei viaggi in bici fatti questa estate, da noti e ignoti pedalatori, ho scoperto che in Norvegia bici si dice Sikkel, che le ciclo stazioni sono chiamate alberghi per bici, Sykkelhotell. Dotati di stalli per il parcheggio, pompa per gonfiare le ruote, colonna con attrezzi per la manutenzione, zona per il lavaggio della bici, sistemi di video sorveglianza. Vi si accede con una app, pagando una tariffa ci 50 Corone per 30 giorni.


Sono vere e proprie architetture accanto alle stazioni, luoghi dì normale interscambio con i mezzi pubblici.

In Italia non mancano esempi simili ma sono rare le infrastrutture ed i progetti per la loro realizzazione. Le velostazioni di Trenord sono precluse a chi non possiede la tessera per l’abbonamento.




martedì 19 luglio 2022

Provincia di Varese, do you bike? Varese, SEM e Comuni Ciclabili?

2.000 chilometri per le bici: La Provincia di Varese punta sul cicloturismo, nell'interesse del territorio e della economia locale, dopo anni che se ne parla molto e si fa poco di concreto.


Il turismo "sostenibile" forse ora è accettato anche dall'elettorato e dai cittadini, che ne cominciano a capire le potenzialità. 


Ma la Città di Varese
Viale Europa è solo per le auto; 
Viale Belforte ha una ciclabile impraticabile; 
viale Aguggiari ha pezzi di ciclabile che ti conducono in pericolosi incroci ed intesezioni;
 Via XV aprile potrebbe essere potenzialmente percorsa da studenti in bicicletta, la mattina alle 8 e alle 13, ma è tutto il contorno DOMINATO dalle Auto ad essere comunque pericoloso. 

La Camera di Commercio sta lavorando per cogliere l'occasione del business del Cicloturismo.
Varese dovrebbe cogliere l'occasione della Settimana Europea della Mobilità 
Facciamo provare ai cittadini a non circolare? Nell'ora di punta bloccare il traffico? Far circolare solo bici, skate, pattini, monopattini, overboard? Facciamo una grande area pedonale o 30km/h in tutta la città??? Mezzi pubblici gratuiti? Gadget a chi va in treno e a piedi? 

giovedì 14 aprile 2022

Bike Sharing 2022

Sono 25 le stazioni delle biciclette e bici a Pedalata Assistita in condivisione per il rinnovato servizio della città di vare. Il numero delle postazioni è stato forse il principale disincentivo ad usare le bici del Bikesharing. Con poche stazioni era difficile pianificare spostamenti utili. 
Sul sito di Vareseinforma  si possono trovare le informazioni del nuovo servizio di Bike Sharing
la Mappa delle stazioni si trova sul sito di Bicincittà ,  la pagina ufficiale è su Varesesimuove



martedì 22 marzo 2022

Pedaliamocela 9 aprile 2022, piazza Montegrappa primo pomeriggio

 Varese Pedaliamocela il 9 aprile 2022, ci incontriamo in Piazza Montegrappa nel primo pomeriggio. Come lo scorso settembre, FIAB Ciclocittà Varese organizza la pedalata, nell'ambito di ecorun Varese. 

ecorun va

"A Varese sabato 9  e domenica 10 aprile ci sarà una due giorni di sport e attività all’aria aperta, come descritto nel sito di  ECORUN

E’ la terza edizione di questa manifestazione, basata sul podismo e sulla mobilità in città senza automobili.

Fiab Varese Ciclocittà  invita a partecipare ad una pedalata nel pomeriggio di sabato 9 aprile di circa 20 km nelle strade della città, dedicata alla memoria di Rossana Chiodi, storica Presidente della nostra associazione che ci ha lasciato nel mese di novembre ma è sempre presente nei nostri cuori.

Stiamo organizzando anche un incontro pubblico per fare il punto sul Piano Urbano della Mobilità Sostenibile con la partecipazione del Sindaco di Varese.

Presto aggiorneremo questo Post con le notizie di dettaglio su percorso ed orario."





domenica 20 febbraio 2022

Ingresso alla città

Per arrivare a Varese dai comuni limitrofi ci sono alcune direttrici principali. Una di queste è Viale Europa, una via percorribile a 70 km/h, probabilmente in virtù delle due corsie, anche se le abitazioni adiacenti non lo concederebbero.

Ma voi lo fareste Viale Europa in bicicletta? Forse il navigatore ve lo consiglierebbe! Forse sarebbe permesso. 



 




In sei minuti percorri Viale Europa



venerdì 18 febbraio 2022

la Urban Mobility Conference 2021

 Conferenza sulla mobilità urbana

Urban Mobility  conference  si è tenuta a settembre 2021 con un ricco programma di conferenze. Su youtube sono disponibili le registrazioni di tutte le giornate.

domenica 12 dicembre 2021

GIORGIO MAZZA DI DANTE

I Viaggi di Giorgio Mazza di Dante  sono pubblicati sul suo sito internet, creato parecchi anni fa, senza badare alla forma, usando il codice. Sono solo Contenuti, preziosi ricordo di strade e passi percorsi, lentamente, in bicicletta.

sabato 20 novembre 2021

Velodromo Luigi Ganna e stadio F. Ossola

Lo sport è sicuramente un argomento che può portare con se un turismo sano. Con la ciclabile e la salita al Campo dei Fiori, come attrazione, potrebbe starci anche il bellissimo Velodromo. 

Certamente ci vorrebbero soldi, ma forse i tempi sono maturi per far ritornare la passione per la velocità, lo scatto fisso, il surplus.

Una scheda sul Sito della Regione nelle pagine dei beni culturali racconta



E se ridimensionassimo Viale Europa?

Viale Europa non è davvero un tratto di strada veloce

Per cominciare, per il tipo di strada, non rispettando la distanza dalle abitazioni e la presenza del marciapiede, non potrebbe avere un limite così alto. 

Bisogna poi considerare che è interrotto da rotonde in più tratti. 

Il primo tratto veloce, con due corsie e limte a 70 km/h, è di 700 m.

Il secondo tratto veloce, con due corsie e limte a 70 km/h, è di 1000 m. 
Sia la parte inizale che quella finale sono con il limite di 50 km/h, con una sola corsia. 
Questo ultimo tratto, Viale Piero Chiara (sarebbe stato carino dedicargli una bella strada cittadina!), La strada è ampia e ci potrebbe stare, ad esempio, una corsia ciclabile,
Questa strada che collega Varese con Gazzada, Buguggiate, sarebbe ideale per chi vuole spostarsi in bici, le zone residenziali sono tante.





Varese CDF Climb

La prossima domenica 28 novembre, alle ore 10:00, dall Stadio Franco Ossola (e Velodromo Luigi GANNA)  di Varese, verrà inaugurata la nuova Varese CdF Climb (EOLO Campo dei Fiori Climb) che, con una segnaletica permanente, indica la storica scalata ciclistica di 10km che porta dalla città al terrazzo panoramico del Parco Campo dei Fiori.

Ci sarà il taglio del nastro con amici e personalità del mondo dello sport, per chi vorrà, sarà anche possibile unirsi al gruppo che pedalerà fino al Belvedere e provare in presa diretta il percorso.

A guidare il gruppo ci sarà il campione varesino Ivan Basso, oggi Sport Manager della EOLO-Kometa Cycling Team.

ANCHE SE DANNO NOIA AGLI AUTOMOBILISTI, A me piacerebbe vedere molte di queste strisce in giro per la città, una Montello, usato per allenarsi con salite e discese, magari color melanzana, oppure viale Aguggiari, usato per scendere dal campo dei fiori e con corsie ciclabili, magari color mandarino.



mercoledì 17 novembre 2021

A quell'ora le strade sono così!

Non c'è sempre traffico! Succede solo in alcuni orari. A quell'ora le corsie non bastano, le rotonde non bastano, i semafori sono troppi... ? A quell'ora ci sono troppi marciapiedi, troppe corsie ciclabili, troppe isole di attraversamento, troppi limiti a 30km/h? 

Oppure, a quell'ora ci sono solo troppe macchine?

Le strade devono essere pagate e progettate per quell'orario? Nessuna altro uso della strada deve essere preso in considerazione? 

Come si fa a togliere qualche auto dalla strada? C'è qualcuno che può spostarsi in orari diversi, qualcuno con i mezzi pubblici, qualcun' altro potrebbe andare in bici o motorino. I Mobility Manager delle scuole, delle industrie e degli uffici, coordinati, potrebbero essere decisivi! 

Distribuire questo flusso critico in flussi sostenibili, agevolare le alternative alle auto,  renderebbe le attuali infrastrutture adeguate?



giovedì 14 ottobre 2021

Saronno Bike Week dal 10 al 17 ottobre 2021

 Una serie di eventi interessanti a Saronno, durante la prima Saronno Bike Week. 




martedì 5 ottobre 2021

2'40" di Viale Europa

Circa 2,7 km di strada a due carreggiate a doppia corsia, percorsi a 60 km/h sono circa 2',40". Naturalmente alla fine ti devi fermare alla rotonda o al semaforo. Trovi forse un po' di coda nelle ore di punta. 


Cosa cambierebbe se la corsia fosse solo una? Più larga, ma una? per condividere un po' dello spazio con altri utenti e farli sentire più sicuri? 


Comunque vada, se le infrastrutture sono pensare senza considerare cosa c'è intorno, sono destinare ad incontrare un ostacolo! Non ci sono rotonde e corsie che tengano, il traffico diventa fluido quando è poco. Dimensionare le infrastrutture per le ore di punta è un costo economico altissimo per un guadagno insignificante!





venerdì 17 settembre 2021

19 settembre Fancy Woman Bike Ride 2021

 19 settembre 2021, si svolgeranno, in diverse città del mondo le Fancy Woman Bike Ride

Fra gli eventi nella loro pagina facebook potete cercare gli appuntamenti più vicina a voi.



Ciclopolis 2021 e Milano Bike City

 Ciclopolis 2021- Milano bike vision... significa visione della bicicletta a Milano?

Milano e bici. Odio e amore. Cosa frena il cambiamento e come si pongono i candidati sindaci a riguardo? Quali soluzioni propongono i ciclisti? Come misurare i miglioramenti? Per capirlo AssoBici, comparto ciclistico di Confesercenti Milano, e un gruppo di lavoro del Politecnico di Milano presentano Ciclopolis 2021, un progetto di ricerca e confronto con i candidati sindaci. All' interno delle iniziativa "Forum Spazio Aperto", promosso da Legambiente Lombardia.

Location - Cascina Nascosta, (all'interno del Parco Sempione) Via E. Alemagna 14 - MIlano.

Necessaria la prenotazione su Event Brite qui



Pedaliamocela la Ecorun di Varese 2021

In concomitanza con la EcoRun Varese 2021, il sabato 25 settembre alle 14:00, in Piazza Monte Grappa, un giro in bici per le strade di Varese, con un percorso di circa 20 km, toccherà le strade principali della città.


La EcoRun Varese Pedaliamocela. 
I bicipieghevolisti parteciperanno al giro, creando un raduno nel raduno, per testimoniare sulla possibilità di viaggiare sui mezzi pubblici portando con se la propria bici per raggiungere il luogo di lavoro con una PiegheVolata finale!





mercoledì 30 giugno 2021

VBA 2021. Varese Bike Adventure

Varese – 02/04 luglio 2021



Sono aperte le iscrizioni!

Cos’è la VBA

Varese Bike Adventure (VBA) è un’avventura sui pedali alla scoperta di un territorio poco conosciuto, su ciclaibili e strade secondarie, dimenticando le arterie più trafficate.

VBA è libertà di pedalare prendendosi i propri tempi e la velocità che si preferisce.

L’idea è semplice: dopo la registrazione ti verranno fornite la tracce GPX dei percorsi, il “passaporto” VBA (dove apporre i timbri nei checkpoint segnalati) ed un elenco di strutture “amiche” (bar, ristoranti, B&B, alberghi) dove le bici saranno le benvenute, scegli il percorso che preferisci e… pedala attraverso i luoghi più belli e meno conosciuti della provincia.

I percorsi saranno aperti al traffico e pertanto si raccomanda il rispetto del codice della strada. Raccomandiamo a tutti luci e giubbino rifrangente.


Cosa non è la VBA

Innanzitutto la VBA non è una gara, non ci sarà nessun cronometro a scandire i passaggi e nessun tempo limite.

Nessun avversario da battere, la competizione sarà solo per offrire il caffè al vostro compagno di avventura.

Nessun record da infrangere ma un traguardo da raggiungere dove tutti saranno accolti da vincitori.

mercoledì 23 giugno 2021

Progettazione Concittadina Partecipata

Aprire spazi di partecipazione collettiva per trasformare e prendersi cura della città.
In un ciclo di tre incontri aperti alla cittadinanza, la Lista Civica Progetto Concittadino, con Collettiva, affronterà i temi
19 giugno, la città verde. Villa Toeplitz ore 16:30
26 giugno, la città che include e cura. Villa Toeplitz ore 16:30
3 luglio la città è cultura. Villa Mirabello ore 16:30.




Nell'incontro del 16 giugno si è parlato di politiche urbane, mitigazione e mobilità. Ai partecipanti è stato chiesto di indicare temi, parole chiave, relative alla mobilità della città, che vorrebbero fossero accolti dalla amministrazione pubblica.




lunedì 14 giugno 2021

Nuovi ciclisti per le strade di Varese

Complice l'estate, un po' meno traffico, stanno scendendo in strada tante bici in più. 
Questa mattina una mamma ed un bimbo andavano verso l'oratorio estivo in bici, sul marciapiedi di Via Staurenghi. Una via troppo trafficata per arrischiarsi di pedalare nella carreggiata. Inoltre le auto, con il semaforo in vista in fondo alla strada, vanno spedite, nella speranza di non raggiungere l'incrocio con il rosso. 
Erano probabilmente Nuovi Ciclisti, la bici a pedalata assistita era nuovissima e bellissima, così come il casco, perfettamente abbinato con un comodo abbigliamento da ciclista urbana. Qualche automobilista-per-forza ha avuto la possibilità di acquistare una bici con il bonus ed ora forse capisce meglio che pericolo rappresentano le auto. 
l'automobile è la parte forte, come tale ha la responsabilità della sicurezza di tutti gli altri utenti. 

lunedì 31 maggio 2021

Le ondate di piena e l'influenza che potrebbe avere il manager della mobilità.

In alcuni orari del giorno le strade si intasano. Il flusso delle auto rallenta, la strada ha una capacità limitata di reggere un traffico fluente.
La quantità di auto che passano in un punto, in un'ora, dipende dalla velocità a cui passano. Ci sono orari in cui le auto si muovo lentamente ed intasano la strada. Orari in cui la strada è libera e le auto fluiscono velocemente (anche troppo).
Durante la settimana le ore di Piena, di punta, sono quelle in cui  sono causate dalla uscita delle scuole, dagli spostamenti Casa/Lavoro. 
Nel fine settimana il traffico cambia, attira lo shopping, la gita, il divertimento serale.
In questa ottica diventa strategico governare i flussi. Il ruolo del "mobility manager" può diventare chiave.
In una grande azienda che muove molte persone, nella scuola e nelle università, si può sensibilizzare ed orientare gli spostamenti sui mezzi alternativi alla auto, analizzando le abitudini ed offrendo e stimolando alternative. 

All'articolo 229 il decreto del 19 maggio 20 n°34 introduce novità sulla figura del manager della mobilità, MM, Mobility Manager.
Per le Pubbliche Amministrazioni con unità locali con 100 dipendenti, in città (capoluoghi di regione, provincia o comuni) con popolazione superiore a 50.000 abitanti, devono adottare il PSCL (piano spostamenti casa/lavoro) del proprio personale dipendente. Anche soggetti non obbligati possono nominare un MM ed adottare un PSCL.
Nel decreto ci sono chiarimenti sulla definizione di Mobility Manager, sul calcolo dei dipendenti per valutare l'obbligo, sui contenuti del Piano.

Auto
----------------------
moto
bici
piedi
mezzi pubblici
treno






sabato 24 aprile 2021

Cosa possiamo fare noi per evitare che accada ancora?

Quando siamo alla guida dell'automobile saremmo più attenti, ai limiti, agli altri utenti, se i titoli dei giornali recitassero:

"Automobilista lanciata a forte velocità, investe ed uccide una ragazza"

"Automobilista distratta dal cellulare urta e uccide una ragazza"

"Automobilista a bordo di un SUV sperona ragazza e la spinge fuoristrada!

Purtroppo non è la prima e non stiamo facendo quanto necessario perché sia l'ultima. Specialmente noi quando guidiamo, distratti, prepotenti, spericolati.

La Fondazione Michele Scarponi ci ricorda che, in tutte le strade d'Italia, vige la legge del più forte, non quella del più debole. 


"È morta la giovane promessa del ciclismo Silvia Piccini. È stata investita mentre si allenava"

"Udine, giovane campionessa di ciclismo muore a 17 anni"

"...la giovane ciclista è stata investita da una macchina durante un allenamento."

"Si allena in bici: falciata da un’auto a 17 anni"



Le abitudini sono cambiate, pensiamo ora a cambiare la strada.

 

Molti dei ciclisti per le strade di Varese che sfidano il traffico automobilistico, affrontano strade dissestate, insidiose, irte, che indossano un casco e pedalano su una bici elettrica, lo hanno fatto per la prima volta dopo tanto tempo, dopo aver acquistato una bici nuova approfittando del bonus.

Per Varese sono nuovi ciclisti, che si sommano a quelli che salgono al Sacromonte, a quelli che scendono dal Campo dei fiori, a quelli di Ciclocittà che partono per la gita cicloturistica.

A Varese si vedono, per la prima volta, i monopattini elettrici, a cui è stato permesso di circolare per le strade, nonostante i dubbi per gli oggettivi pericoli a cui sono esposti nelle nostre strade.

Ogni nuovo monopattino in strada, ogni nuova bici a pedalata assistita, ogni nuova bicicletta da città, sono probabilmente auto in meno. Soprattuto sono altri automobilisti consapevoli, per averlo sperimentato, che: l'auto rappresenta un pericolo per gli utenti più deboli della strada; che l'automobilista è un privilegiato, a cui è stato concesso tanto spazio urbano, non dovuto; che alcuni spostamenti con l'auto, in certi orari, sono poco pratici; che spostarsi in auto costa, benzina, parcheggi, stress.

Credo che il bonus sia stato efficace nel causare questo cambiamento, forse non efficiente, potrebbe essere costato più di quello che ha portato in guadagno.

Ma ora che le bici ci sono, quando si può, diamo un po' di spazio. Non sempre c'è, ma quando c'è non diamolo tutto alle automobili. Riduciamo un po' quello delle auto, a quello essenziale per il passaggio dei mezzi più ingombranti; non istighiamo a lanciarsi a tutta velocità; lasciamo un po' di margine al ciclista soprattutto da lato in cui si affronta una salita ripida. 


Si tratterebbe di una verifica tecnica ed un progetto di segnaletica orizzontale. Creare ostacoli, come le isole di attraversamento, file di parcheggi o corsie ciclabili dove si può'.


Dove non si può avere uno spazio dedicato, la strada si stringe, ci vuole condivisione, c'è bisogno di allertare con una segnaletica efficace. Si può fare subito, in qualche caso è stato parzialmente fatto.


Sicuramente ci sono priorità ed urgenze per le amministrazioni comunali, limiti di spesa. Ma ormai le abitudini cambiate rendono urgenti anche questi interventi!